Photo by rawpixel.com form PxHere

Il coronavirus in Olanda è stato oggetto di una nuova riunione del gabinetto di crisi che ha concluso i lavori in serata, invitando i cittadini a non stringersi la mano. Oltre a misure di senso comune e ad un’altra relativa al telelavoro e a chi avesse sintomi, quali febbre o influenza, ma solo per il nord Brabante, il governo non prenderà altra misura.

Secondo il primo ministro, attualmente siamo ancora nella cosiddetta “fase di contenimento”, scrive RTL Nieuws: “Cerchiamo di rimanere lì il più a lungo possibile. Ci prepariamo per la fase successiva”, ha detto il premier in conferenza stampa.

ll governo, insomma, ha ribadito le regole generali di igiene come forma di prevenzione e il primo ministro, rispondendo ai giornalisti che chiedevano se le misure adottate fossero limitate, ha detto di non essere un esperto e di volersi affidare al parare degli studiosi. 

Ma al termine della conferenza stampa, il premier ha concluso con una gaffe, stringendo la mano al direttore di RIVM, Jaap van Dissel. “Oh, non è così che dovremmo fare”, si sente dire imbarazzato.

 

Intanto, il re Willem-Alexander e la regina Maxima hanno preceduto: non stringeranno mani durante la loro visita di Stato in Indonesia. Martedì sera la coppia reale incontrerà i membri della comunità olandese a Jakarta, ma le strette di mano sono state escluse, ha riferito Telegraaf.

In Olanda, il coronavirus sta ricevendo un livello di attenzione limitato da parte delle autorità. Secondo RIVM i casi positivi e il numero di morti, tre per il momento, non sarebbero elementi tali da suggerire l’introduzione di misure di emergenza. Secondo le autorità sanitarie, infatti, i casi positivi sono tutti da collegare a visite in nord Italia e le attuali misure di contenimento, basate soprattutto su suggerimenti non vincolanti, dovrebbero essere sufficienti, dicono i sanitari. In base ad un recente sondaggio, gli olandesi non sarebbero preoccupati.