Prima vittima per coronavirus in Olanda, all’ospedale di Rotterdam; un uomo di 86 anni è deceduto per infezione da Covid-19 venerdì, ha annunciato l’istituto di sanità pubblica RIVM. È il primo decesso per coronavirus in Olanda. 

Come l’anziano uomo abbia contratto il virus, scrive RIVM, non è ancora chiaro. È stato tenuto in quarantena in ospedale dopo che gli era stato diagnosticato il virus e il GGD ha cercato di mappare tutte le persone con cui è venuto in contatto.

Secondo i dati ufficiali, le province più colpite sono il Brabante Settentrionale, Utrecht e il Zuid Holland.

Ad Haarlem e Amersfoort sono state registrate le prime infezioni a scuola; i positivi sono bambini tornati da vacanze in Italia, dice NOS. Gli alunni e le famiglie sono in quarantena.

Attualmente sono stati 82 i casi di coronavirus registrati nei Paesi Bassi. Il ministro della sanità Bruins è attualmente a Bruxelles, impegnato in un incontro con gli omologhi di altri paesi europei per cercare di organizzare una strategia comune.

Il coronavirus in Olanda non sembra abbia preoccupato più di tanto i residenti olandesi: secondo un sondaggio condotto da Markteffect per il quotidiano AD,  la maggior parte delle persone ha a malapena modificato il proprio stile di vita alla situazione mutata. Secondo  molti l’attenzione che sta ottenendo il virus sarebbe esagerata, dice il sondaggio basato su 1000 partecipanti..

Sulla questione se le persone abbiano cambiato il loro stile di vita a causa del virus, il 39 percento ha detto di non aver cambiato nulla, il 32 percento ha detto di aver modificato leggermente le proprie abitudini e il 24 percento ha cambiato poco o nulla. Solo l’11 percento degli intervistati ha dichiarato di aver fatto scorte extra di cibo ed altri generi a causa del Covid-19.

Per chi avesse dubbi su come comportarsi e fosse alla ricerca di maggiori informazioni, RIVM, il servizio sanitario, ha istituito un numero verde:

0800-1351