The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Coronavirus in Olanda, obbligo di carrello e accesso limitato nei supermercati



A causa delle misure più severe adottate dal governo olandese per fermare la diffusione del coronavirus, l’Agenzia centrale per il commercio alimentare CBL ha imposto nuove misure da adottare all’interno dei negozi di alimentari e delle farmacie.

Oltre al rispetto della distanza di 1,5 metri dalla persone vicine, dal 24 marzo chiunque entrerà all’interno di questi luoghi dovrà procurarsi un carrello, anche se entra solo per un prodotto. Inoltre, verrà vietato l’ingresso nel negozio nel caso in cui ci siano già troppe persone, più di 100, al suo interno. I clienti saranno infatti invitati ad aspettare all’esterno da una o più guardie giurate.



” Inoltre, i supermercati consentono un massimo di un cliente per 10 m2 di officina. In un negozio di 1000 m2 possono quindi essere presenti al massimo 100 clienti contemporaneamente”. scrive CBL “L’uso di un cestino è obbligatorio nei piccoli supermercati senza carrelli della spesa. In questi negozi è disponibile solo un numero limitato di cestini, così che il numero di clienti sia limitato”.

Finiti i carrelli, finiti i clienti, spiega l’associazione. Almeno, finchè non verranno rimessi a posto dei nuovi.  “I supermercati adottano questa misura per garantire che le persone possano mantenere una distanza di un metro e mezzo l’una dall’altra. Questa distanza limita il rischio che clienti e dipendenti si contagino a vicenda”.