NL

NL

Coronavirus in Olanda, Grapperhaus frena gli aiuti ai nuovi rifugiati

A partire da oggi i nuovi rifugiati in arrivo nei Paesi Bassi non sono più ammessi nei centri residenziali ufficiali. Il ministro della Giustizia ha preso la decisione a causa della minaccia del Coronavirus in Olanda. In questo modo, i contatti si potranno mantenere minimi.

Come riporta RTL Nieuws, Fred Grapperhaus, ministro della giustizia, spiega: “Non sappiamo  da dove provengano gli stranieri in arrivo. E nemmeno in che Paesi siano stati prima dell’Olanda. Per questo, a partire da oggi, 16 marzo, tutti i contatti sono mantenuti al minimo. ” Il ministro non ha specificato cosa dovrebbe succedere alle persone che si recano ai centri di rifugiati o di polizia di frontiera per chiedere asilo. “Stiamo ancora discutendo sui dettagli ulteriori.”

Il Ministero della Giustizia ha deciso di ritardare tutti i procedimenti giudiziari, tranne quelli necessari, sempre a causa della diffusione dell’epidemia di coronavirus in Olanda.

 

Cover Pic: Pixabay

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli