Il coronavirus in Olanda non è motivo di allarme, dice RIVM: i casi positivi e il numero di morti, tre per il momento, non sarebbero elementi tali da suggerire l’introduzione di misure di emergenza. Secondo le autorità sanitarie, infatti, i casi positivi sono tutti da collegare a visite in nord Italia e le attuali misure di contenimento, basate soprattutto su suggerimenti non vincolanti, dovrebbero essere sufficienti, dicono i sanitari. Secondo un recente sondaggio, gli olandesi non sarebbero preoccupati.

Ad oggi, l’unica misura mirata è stata adottata nel Brabante: le autorità locali, infatti, hanno suggerito ai residenti della provincia meridionale -dove risiede quasi la metà dei pazienti risultati positivi al coronavirus- che avessero sintomi riconducibili al virus di rimanere a casa e contattare il medico solo qualora le condizioni di salute dovessero peggiorare.

Ernst Kuipers, presidente dell’ospedale universitario Erasmus di Rotterdam, ha dichiarato al programma che le persone con lievi sintomi dovrebbero semplicemente restare a casa. “Troppi test rischierebbero di mandare in tilt il sistema”, ha detto. “L’obiettivo è quello di testare i pazienti i cui sintomi sono abbastanza seri da richiedere un ricovero in ospedale”, e di fare lo stesso con i sanitari che sono venuti in contatto con loro ha detto.

La British School of Amsterdam ha chiuso le sue tre sedi lunedì e probabilmente rimarrà chiusa anche martedì perché un genitore -di ritorno da un viaggio in Italia- è risultato positivo al coronavirus. La chiusura consentirà di pulire a fondo gli edifici scolastici, ha affermato la scuola. La chiusura è una “precauzione aggiuntiva” per garantire che non vengano assunti rischi, hanno affermato le autorità scolastiche.

Dozzine di insegnanti nel Brabante Settentrionale sono rimasti a casa lunedì. Intanto, il re Willem-Alexander e la regina Maxima non stringeranno mani durante la loro visita di Stato in Indonesia. Martedì sera la coppia reale incontrerà i membri della comunità olandese a Jakarta, ma le strette di mano sono state escluse, ha riferito Telegraaf.

Intanto, dice NOS, il premier si è detto preoccupato per l’impatto sull’economia che l’emergenza coronavirus potrà avere.