I pazienti positivi al coronavirus in Olanda, sono ora 614 ha detto RIVM, l’Istituto di sanità dei Paesi Bassi. L’ultimo bollettino quotidiano, che l’ente pubblica sulla diffusione del virus, è il primo dopo la “dichiarazione di pandemia” da parte del WHO di ieri pomeriggio.

Il Brabante Settentrionale è ancora la provincia più colpita nei Paesi Bassi, quasi la metà dei pazienti, seguita da Utrecht, con 80 e il Zuid Holland con 63. Dei 614, 80 hanno avuto bisogno di ricovero in strutture ospedaliere.

Intanto, alcuni eventi precedentemente confermati -come la maratona di Rotterdam del 5 aprile- sono stati annullati. La Conferenza sulla libertà di stampa del mondo, in programma al World Forum dell’Aia dal 22 al 24 aprile, è stata rinviata al 18 ottobre. Il ministero della Difesa ha deciso di cancellare na grande esercitazione militare prevista nel Fryslan dal 23 marzo al 4 aprile, secondo quanto riferito da Omrop Fryslan.

Cosa ne sarà dell’Eurovision, il più importante evento in programma a breve? Per il momento il comune non si sbilancia: secondo l’assessore di Rotterdam Said Kasmi, una decisione finale verrà presa solo ad aprile. Per il momento, l’evento rimane in programma.

Il coronavirus in Olanda è una priorità per il governo? In tanti cominciano a chiederselo; la strategia attendista dell’esecutivo, infatti, che non ha adottato misure particolari, oltre a suggerimenti di senso comune, non piacciono a tutti. Con l’eccezione del Brabante, dove è stato previsto il tele-lavoro per molti e dove gli eventi pubblici sono stati sospesi, non si intravedono altre misure straordinarie all’orizzonte. E mentre la Tweede Kamer, il parlamento olandese, si riunisce oggi pomeriggio per una nuova seduta straordinaria e un pacchetto di misure aggiuntive. Alle 2, il premier terrà una conferenza stampa. Intanto, gli Stati Uniti hanno bloccato i voli da 26 Paesi europei, inclusi Italia e Olanda. Business as usual solo da Croazia, Romania e Regno Unito.