Tocilizumab, un farmaco già registrato in Belgio e utilizzato principalmente per il trattamento dell’artrite reumatoide, ha avuto effetti benefici su oltre 50 pazienti infetti dal Covid-19. Attualmente, il farmaco è oggetto di studi clinici in Belgio, ha riferito il virologo e portavoce interfederale del Covid-19 Steven Van Gucht.

Il trattamento con Tocilizumab “ha migliorato in modo significativo la prognosi nei pazienti con coronavirus da grave a moderato”, riporta Rtbf.be. Rispetto a quelli che hanno ricevuto un trattamento standard, ha ridotto la percentuale di pazienti che dovevano essere trasferiti in  terapia intensiva o che sarebbero morti, secondo uno studio francese dell’Assistenza Publique -Hôpitaux de Paris (AP-HP).

Chiunque sia infetto dal coronavirus può attraversare diverse fasi della malattia. Nella prima settimana, il virus è già attivo e questa attività causa il degradarsi dello stato di salute nel paziente, poiché il virus si sta moltiplicando nel corpo. Nella seconda settimana, secondo Van Gucht, il sistema immunitario controlla maggiormente la malattia. “Quando si verifica un’eccessiva reazione del sistema immunitario al coronavirus, il sistema immunitario provoca molti danni ai polmoni, rendendo difficile la respirazione”; questo sarebbe anche la causa di gravi complicazioni, ha concluso Van Gucht.

Pic: Pixabay