In Belgio è stato avviato uno studio clinico su larga scala con il plasma di persone che sono guarite dal Covid-19, per curare i nuovi pazienti. Lo studio del plasma DAWN è una collaborazione tra ospedali universitari e non universitari in Vallonia, Fiandre e Bruxelles, ed è coordinato da UZ Leuven, scrive Het Laatste Nieuws

“Lo scopo del nostro studio è valutare fino a che punto la somministrazione precoce degli anticorpi del plasma dei pazienti guariti riduce la necessità di assistenza respiratoria nei pazienti con coronavirus”, ha affermato il professor Geert Meyfroidt, coordinatore nazionale. Il trattamento di pazienti con plasma è un metodo che ha già dimostrato di avere un potenziale per diverse altre malattie infettive; contiene anticorpi per combattere le infezioni.

All’inizio di aprile, la Croce Rossa ha lanciato un appello per le donazioni di plasma da parte di pazienti guariti dal coronavirus: l’obiettivo è selezionare i donatori più adatti, con gli anticorpi giusti in quantità sufficiente nel loro plasma.

I candidati possono presentare domanda tramite un sito Web, dove 359 persone con il profilo giusto sono già registrate. All’inizio di maggio, i primi pazienti coronavirus hanno accettato di partecipare allo studio.

“Tuttavia, ci sono ancora molti quesiti da sciogliere, ecco perché è molto importante che la nostra ricerca sia scientificamente venga ben supportata e ben preparata. I paesi vicini stanno conducendo studi simili e prevediamo di lavorare nello stesso modo e di analizzare i risultati insieme su scala europea ”, ha aggiunto Meyfroidt.