The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Coronavirus, gli animali domestici non trasmetterebbero il virus all’uomo

Non ci sono prove che gli animali domestici possano essere infettati dal nuovo coronavirus (Covid-19) o che possano trasmetterlo all’uomo, riporta HLN.

La notizia che il volpino di Pomerania di 17 anni a Hong Kong fosse stato infettato ha fatto preoccupare molti proprietari di animali domestici. Tuttavia, il numero di particelle virali trovate nel cane era molto basso, rendendolo un caso “lievemente positivo” al Covid-19. Inoltre non aveva presentato sintomi, quindi il cane è tornato a casa dopo 17 giorni con esisto negativo. Due giorni dopo, il cane è morto molto probabilmente di vecchiaia, poiché i Pomerania di solito hanno un’aspettativa di vita tra i 12 e i 16 anni.

Esiste il coronavirus canino – una variante che può far ammalare i cani –  ma non è lo stesso dell’attuale Covid-19 e non è trasmissibile all’uomo. “Sia l‘OIE (Organizzazione mondiale della sanità animale) che la WSAVA (World Small Animal Veterinary Association) confermano che attualmente non ci sono prove che gli animali da compagnia possano diffondere il COVID-19″, ha dichiarato Roxane Feller, Segretario Generale di Animal Health Europe.

“Suggeriamo ai proprietari di animali domestici di continuare con le adeguate pratiche igieniche quando sono a contatto con i loro amici a quattro zampe. Non ci sono prove che cani e gatti domestici possano essere una fonte di infezione per questo virus. Quindi si consiglia di continuare a prendersene cura, soprattutto durante il parto, perché possono essere una fonte di divertimento e compagnia”- ha aggiunto Feller. Anche secondo l’OMS “non ci sono prove che un cane, un gatto o un qualsiasi altro animale domestico possa trasmettere il Coronavirus”.

Come da routine, è necessario seguire le norme igieniche e lavarsi le mani con il sapone dopo ogni forma di contatto con il proprio cane o il gatto. Tuttavia l’OIE consiglia a chi è positivo al COVID-19 di limitare il più possibile il contatto con i propri animali domestici.

Pic: Pixabay