153 nuove persone in Belgio sono risultate positive al nuovo coronavirus (Covid-19), ha confermato il National Crisis Centre durante una conferenza stampa di venerdì. “Questo nuovo numero è una sottostima”, ha detto il professor Steven Van Gucht, che ha sottolineato come questa sia solo l’inizio dell’epidemia.

61 dei nuovi contagiati vivono nelle Fiandre, 84 in Vallonia e 8 a Bruxelles, portando a 556 il totale dei casi confermati di coronavirus in Belgio. Il Centro di crisi sottolinea che le misure annunciate dal governo federale, con una chiusura generalizzata di bar e ristoranti, e la loro importanza per contenere l’ulteriore diffusione del virus in Belgio.

I numeri continueranno ad aumentare nei prossimi giorni, secondo Van Gucht. “L’effetto delle misure che stiamo prendendo ora si manifesterà solo nel numero di casi in una settimana o due”, ha detto, aggiungendo che i nuovi numeri di oggi riflettono le persone che sono state infettate circa una settimana fa. Dobbiamo evitare che il nostro sistema sanitario debba affrontare un sovraccarico, un picco che arriva troppo in fretta” ha detto Van Gucht. “Se tutti seguono queste misure e collaborano, possiamo salvare delle vite” ha aggiunto. Mercoledì, tre belgi sono morti a causa del coronavirus.