Photo credit: CoolmenNL Wikipedia , Licence 3.0

I cittadini olandesi evacuati da Wuhan, dopo lo scoppio dell’emergenza coronavirus, sono arrivati a Eindhoven oggi. Si tratta di 17 persone, 15 cittadini olandesi e due partner cinesi, che dopo le prime visite nell’area militare dello scalo del Brabante, potranno rimanere nelle loro abitazioni per il periodo di quarantena se non mostreranno segni di aver contratto il virus.

I 15 fanno parte di un gruppo più ampio di sfollati europei, fatti rientrare attraverso ponti aerei via Bruxelles e Marsiglia. Secondo quanto riporta la stampa, saranno isolati dal resto della famiglia almeno finchè non sarà accertata in maniera definitiva la possibilità che abbiano contratto il virus.

Circa 30 dei passeggeri del volo per Marsiglia sarebbero stati tenuti in una sezione separata nella parte anteriore dell’aereo perché mostravano “sintomi lievi”, secondo un giornalista olandese che era a bordo. I passeggeri diretti a Bruxelles, compresi gli sfollati olandesi, sono stati trasferiti su un altro aereo a Marsiglia. Il grupoo olandese ha fatto il resto del viaggio in pullman. Il ministro degli Esteri Stef Blok ha ringraziato le autorità francesi e cinesi per la loro collaborazione nel accompagnare le persone fuori dal paese. Domenica le autorità cinesi hanno riferito che 17.300 sono state infettate dal corona virus.

Tutte le morti sono avvenute in Cina, ad eccezione di un cittadino cinese che è morto nelle Filippine. L’origine del virus è ancora sconosciuta ma sembra probabile che il passaggio dagli animali all’uomo possa essere avvenuto nel mercato ittico della città cinese, 11 milioni di abitanti.