ART

ART

Corona in the city: una mostra virtuale per raccogliere foto, vocali e pensieri degli Amsterdammers

Se il Covid19 ha sospeso tutto, incluso il nostro modo di fruire di mostre ed eventi culturali, l’arte non è indifferente al coronavirus.

L’Amsterdam Museum ha lanciato la call pubblica Coronaindestad per raccogliere foto, video, testi, vocali, GIF, meme o qualsiasi altra forma d’espressione. A partire dal 15 maggio gli abitanti, i visitatori e gli amanti di Amsterdam potranno condividere le proprie storie che raccontano vulnerabilità e condivisione, solitudine e solidarietà in città e non solo. Tutti i contributi saranno poi inseriti nella collezione digitale del museo.

https://www.instagram.com/p/CAF0Xgdl6Gs/?utm_source=ig_web_copy_link

Un team di curatori e professionisti provvederà a contestualizzare i racconti che arriveranno. All’appello hanno già aderito altri presidi culturali come la galleria CBK Zuidoost, il FOAM, l’EYE film Museum, l’Openbare Bibliotheek Amsterdam.

https://www.instagram.com/p/CAHpGgTF1bu/?utm_source=ig_web_copy_link

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli