Il sindaco di Urk, municipalità del Flevoland, ha dovuto emettere un’ordinanza d’urgenza e chiedere l’intervento del nucleo speciale antisommosse per sedare la rabbia di alcuni giovani che hanno messo a ferro e fuoco la cittadina, per protestare contro il coprifuoco, dice NOS. 

Decine di giovani si sono recati nel centro città suonando il clacson nell’area del porto, dove è stato dato alle fiamme una centro per i test di GGD. Un numero imprecisato di persone è stato arrestato e sono state inflitte diverse multe.

Il sindaco Van den Bos ha detto di “vergognarsi” per la situazione. Con l’ordinanza di emergenza, il sindaco può adottare qualunque misura ritiene necessaria per ristabilire l’ordine pubblico. Ad Urk oltre agli ME, i nuclei antisommossa, sono stati allertati i marechaussee.

Verso le 23.30 la polizia ha annunciato che l’area portuale era stata sgomberata e che erano stati effettuati arresti. Quanti ne siano stati effettuati non è ancora chiaro, dice NOS.

Urk è uno dei comuni più conservatori d’Olanda e i disordini sono molto comuni.