Lunedì 8 maggio, l’unione degli studenti LSVb ha dichiarato che quasi i tre quarti di coloro che effettuano un controllo online sull’affitto che stanno pagando, scoprono che è troppo alto.

In media, gli studenti pagano 55 euro di troppo al mese, ma si sta arrivando a 100 euro ad Amsterdam e Utrecht, ha detto l’unione.

Gli affitti per camere singole sono determinati da rigide regole a seconda delle dimensioni e dell’arredamento. Punti extra vengono assegnati se gli inquilini hanno il riscaldamento centrale, la doccia o la cucina. I punti vengono tolti se, ad esempio, agli studenti non è consentito cucinare o se devono condividere un bagno con più di otto persone.

L’associazione afferma che i padroni di casa tendono a far pagare prezzi più alti, ma la colpa è anche delle cooperative di alloggi.

“Al momento la questione è in mano agli inquilini, ma spesso gli studenti sono intimiditi dai loro padroni di casa”, ha dichiarato l’unione.