Chi torna dalle vacanze in aereo deve poter esibire un certificato di vaccinazione o un test negativo ma le compagnie aeree devono controllare tutti i viaggiatori prima di salire a bordo dell’aereo e tale controllo non sembra essere a tenuta stagna, dice Nieuwsuur.

Dallo scorso fine settimana un controllo pieno è stato già applicato ai voli da Spagna e Portogallo, e ora si sono aggiunte altre celebri località di vacanza passate in “giallo”.

Da questo fine settimana, un certificato corona è obbligatorio anche per i viaggiatori da altri gettonati paesi di vacanza contrassegnati con “giallo”.

All’arrivo sul suolo olandese, le varie Security Region effettuano controlli casuali al gate per verificare se le compagnie aeree hanno fatto i compiti ma a sorpresa fino al 5% dei viaggiatori all’aeroporto di Eindhoven non è stato in grado di mostrare prove Covid valide negli ultimi mesi. Quindi quelle persone non sono state fermate nel loro paese di vacanza, mentre avrebbero dovuto esserlo, osserva Nieuwsuur.

La percentuale di viaggiatori sorpresi senza prova Covid è diminuita di recente, secondo l’aeroporto.

Nieuwsuur sostiene che la compagnia aerea Transavia non ha effettuato controlli su almeno due voli dalla Spagna la scorsa settimana: “Se si scopre che una compagnia aerea non è conforme e non ha i suoi sistemi in ordine, un ispettore ILT può imporre una sanzione di recupero per conto del ministro della salute sotto forma di onere per decreto ingiuntivo”, dice l’ispettorato.

Se le persone non sono in grado di fornire la documentazione adeguata, dovrebbero essere rifiutate dal volo.