I lavoratori flessibili nei Paesi Bassi, compresi gli studenti che hanno lavorato solo poche ore alla settimana, potranno beneficiare di assistenza finanziaria se sono rimasti senza reddito a causa della pandemia. Un nuovo programma annunciato da Wouter Koolmees, ministro degli Affari sociali, consentirà alle persone che si qualificano di richiedere 550 euro al mese retroattivi per i mesi di marzo, aprile e maggio.

L’importo sarà tassato come reddito e sarà inferiore di 50 euro al mese rispetto a quanto era stato inizialmente proposto. Per accedere, i lavoratori devono aver guadagnato un minimo lordo di 400 euro a febbraio, cento euro in meno del previsto. La modifica minima lorda è stata apportata per consentire a più persone di rientrare nella categoria. .

Chiunque abbia guadagnato più dia 550 euro ad aprile non sarà ammissibile al programma. Il Consiglio dei Ministri stanzierà 200 milioni di euro per il fondo di soccorso, sebbene Koolmees abbia riconosciuto che si trattava di una “stima approssimativa” di ciò che fosse necessario.

Le domande per il regime  temporaneo per lavoratori flessibili, o TOFA, si apriranno probabilmente il 22 giugno. La finestra dell’applicazione rimarrà aperta per tre settimane.

“L’indennità TOFA è una compensazione per i salari persi e assume la forma di un’indennità lorda una tantum”, ha detto Koolmees.