NL

NL

Contagi in calo, no del governo a nuove misure. La prossima settimana potrebbero riaprire cinema e musei

Con un forte calo del numero di nuove infezioni Covid nei Paesi Bassi e due settimane consecutive in cui la percentuale di persone risultate positive è diminuita, il Consiglio dei Ministri ha evitato l’adozione di nuove misure. Il ministro della salute Hugo de Jonge ha affermato che il governo prevede di consentire la riapertura di luoghi pubblici al coperto come biblioteche, musei e cinema la prossima settimana dopo la chiusura di due settimane, e se possibile, di riportare il Paese al blocco parziale originale introdotto il 14 ottobre, scrive NOS

Ciò significa che ristoranti, bar e caffè rimarranno chiusi, cosa che secondo De Jonge probabilmente continuerà fino a metà dicembre. “Vediamo che è iniziato un forte calo”, ha detto De Jonge dopo una riunione di oggi. Constatando il calo generalizzato di ricoveri, di contagi e della ratio di riproduzione R per la prima volta, dopo 5 mesi, il Consiglio dei Ministri sta anche valutando come poter rimuovere ulteriormente le misure nel paese.” Prenderemo una decisione in merito la prossima settimana”, ha concluso De Jonge.

Per il momento, il ministro della Giustizia e quello della Salute concordano sul fatto che le misure dovranno proseguire ancora e che Natale e Capodanno, saranno molto diversi da come sono stati festeggiati fino ad oggi.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli