Secondo RIVM sono stati segnalati 6823 nuovi contagi Covidf in 24h, sono 2080 in meno rispetto a ieri. In media, il numero di test corona positivi è in aumento: negli ultimi sette giorni sono stati registrati 9962 test positivi al giorno. Questo è il 35% in più rispetto ai sette giorni precedenti. Ma molto meno della settimana prima, quando il numero di infezioni è aumentato di oltre il 500%.

Il numero di contagi è aumentato di un terzo nell’ultima settimana ma molto meno della settimana prima, quando il numero era schizzato alle stelle, con oltre il 500% in più.

Rivm parla quindi di una “cauta stabilizzazione”: dovrebbe essere chiaro la prossima settimana, se questa stabilizzazione continuerà.  Di coloro che sono risultati positivi, il 9% era completamente vaccinato, riporta il RIVM. Il 14% era parzialmente vaccinato e il 77% non lo era affatto.

Le persone sotto i trent’anni sono ancora il gruppo più numeroso in cui risultano casi positivi: la scorsa settimana ci sono stati 21.000 test positivi tra i ventenni e 13.000 tra gli adolescenti. Nello stesso periodo, solo 365 persone sulla settantina sono risultate positive. Ma a destare preoccupazione è l’aumento esponenziale dei ricoveri: il numero di pazienti Covid è raddoppiato la scorsa settimana: in 7 gg si è passati da 200 a 400 malati. Di questi, 100 sono in terapia intensiva; una settimana fa erano 75.

 “Si tratta di un aumento sproporzionato rispetto alla prima e alla seconda ondata”, afferma l’epidemiologo Susan van den Hof del RIVM. “Ma potrebbe avere conseguenze per recuperare le cure che sono state rinviate a causa del Covid”. Ciò che colpisce è che le persone in ospedale sono relativamente giovani mentre diminuisce il numero degli anziani ricoverati. Rivm pensa che questo sia dovuto alla campagna vaccinale, il che significa che gli anziani finiscono in ospedale meno facilmente.

Tra le cause di contagio: visite a casa (19% dei casi) e poi visita ad horeca (15%), dice il tracciamento dei contatti.

Il cosiddetto tasso di riproduzione è diminuito :il 5 luglio era 1,75, dove era 2,91 pochi giorni prima, probabilmente un record. Ciò significa che il 5 luglio, 100 persone insieme ne infettano altre 175, dice NOS.