L’associazione consumatori Consumentenbond ha presentato all’autorità olandese per la protezione dei dati una denuncia contro Google. Secondo il sindacato, Google ha “imbrogliato” gli utilizzatori Android perchè il rilevamento della posizione degli smartphones è contro legge, riporta ANP.

Ricerche effettuate da Consumentenbond mostrano che il 54% degli utenti olandesi Android hanno la funzione “web&app” attivata, funzione che serve per tenere traccia della localizzazione. La maggioranza di questi utenti non era a conoscenza che l’opzione fosse attiva, afferma l’associazione olandese.

Questa portesta è parte di un’azione che coinvolge anche l’associazione consumatori di Norvegia, Svezia, Repubblica Ceca e sopratutto l’organizzazione dei consumatori europea BEUC.

Secondo uno studio dell’associazione norvegese, Google indirizza l’utente Android ad attivare la cronologia delle location visitate. Secondo l’associazione, questo permette a Google di ricevere informazioni su dove si trova una persona, anche senza aver dato il consenso.

Google ha risposto che “la cronologia delle location è disattivata di default”, ed inoltre “gli utenti possono modificare, cancellare o mettere in pausa questa impostazione in ogni momento.”