Le persone più giovani che devono ancora essere vaccinate non dovrebbero ricevere un vaccino Janssen, dice il Consiglio sanitario – Gezondheidsraad. Questo gruppo dovrebbe ricevere Pfizer o Moderna, dice il Consiglio che non specifica l’età precisa.

Secondo Bart-Jan Kullberg del Raad, questa non è una modifica alla strategia, perché si applica solo ai gruppi appena invitati, dice NOS. Un motivo importante per questo nuovo consiglio è che il vaccino Janssen può avere effetti collaterali simili a quelli già visti per Astra Zeneca. Questa situazione è stata già stabilito all’estero, nei Paesi Bassi non ci sono segnalazioni (ancora).

Limitare questo vaccino per fasce d’età, tuttavia, non avrà effetti importanti: secondo RIVM, infatti, finirà solo per ritardare di una settimana la tabella di marcia: “ma alla fine si guadagna perché si vaccinano più persone con vaccini più efficaci”, afferma Kullberg. Inoltre, si prevede poco effetto sul numero di infezioni, ricoveri e decessi per Covid-19 se vengono utilizzate solo Pfizer e Moderna

Con le forniture attuali e le consegne previste, entro la fine di giugno saranno state consegnate circa 6,5 ​​milioni di dosi: sono ancora circa 5 milioni le persone tra i 18 e i 40 anni che aspettano la prima dose.

Secondo GGD GHOR Nederland, sono ora previste 167.000 vaccinazioni con Janssen, per persone nate negli anni 1967, 1968 e 1976. Si tratta di persone di 44, 45, 52, 53 e 54 anni.

Secondo un portavoce del GGD, non è ancora chiaro se a queste persone verrà offerta un’alternativa o se riceveranno ancora il vaccino Janssen. I gruppi difficili da raggiungere per una seconda vaccinazione, ad esempio i senzatetto, trarrebbero maggiore beneficio dal vaccino Janssen che da Pfizer o Moderna, perché è necessaria solo una dose.