Il basso numero dei visitatori è attualmente la principale preoccupazione per il 63% dei musei nei Paesi Bassi, secondo uno studio della Museum Association.

Molte persone sono ancora riluttanti a visitare il museo e l’associazione lo attribuisce in gran parte alle preoccupazioni per il coronavirus e alla confusione su quali regole si applicano nei musei.

Un sondaggio condotto da Validators e Terra Nova Partners a Onderzoek per l’associazione ha mostrato che il 98% degli intervistati considera le visite ai musei rilassanti e il 70% crede che visitare un museo possa essere fatto in modo sicuro e responsabile.

Nonostante ciò, le visite ai musei sono diminuite in tutta l’Olanda.

La Museum Association, che copre oltre 400 musei nel paese, attribuisce la colpa soprattutto alla confusione sulle regole sul coronavirus e sulle misure che i musei stanno adottando per garantire la sicurezza.

Molti intervistati hanno affermato che sarebbe più probabile che andrebbero in un museo se offrisse dei percorsi fissi, al fine di spargere la folla. Questa è una misura che molti musei utilizzano già.

Molti intervistati hanno anche indicato che il dover effettuare prima la prenotazione impedisce loro di visitare spontaneamente il museo. Ma quasi il 70% dei musei afferma di accogliere i visitatori spontanei all’entrata, secondo quanto riferito dall’associazione.

“Data l’incertezza che le persone possono provare durante questo periodo, la Museum Association comprende la necessità di sicurezza e chiarezza”, ha detto l’associazione. Ha sottolineato che e persone possono scoprire di più su quali regole sono in vigore in quali musei, guardando il sito museum.nl.