Photo: screenshot FB minister-president

Si è svolta questa sera l’annunciata ultima conferenza stampa del governo sulle misure Covid, prima del voto del 17 marzo.

Il premier Rutte ha sottolineato che la vaccinazione procede in fretta e entro l’estate, se le previsioni verranno confermate, si potrebbe tornare più in fretta alla vita normale. Il premier, sulla base di quanto comunicato da RIVM, sostiene che i numeri si siano stabilizzati ma che l’OMT, vista la situazione, ritiene poco saggio allentare le misure. Ma aggiustamenti, quelli sì, la situazione li consente.

Ciò che preme di più al governo è offrire una prospettiva alla cultura, al settore degli eventi, all’istruzione e all’horeca perché, dice Rutte, altri 4 mesi di lockdown non sono pensabili. I settori, istruzione e horeca, sono pronti per la riapertura. Tutto, comunque, dipenderà dalle vaccinazioni: secondo Rutte, siamo prossimi ad un punto in cui “il vaccino avrà il sopravvento sul virus”. Da quel punto in poi, potrebbe essere possibile rilassarsi e questo periodo potrebbe essere  durante le vacanze di Pasqua.

Rutte spera di poter compiere “nuovi passi” intorno a Pasqua con la riduzione delle misure della corona. Inoltre, spera di poter offrire più prospettive al settore della ristorazione. Tra quattro settimane sarà Pasquetta.

La situazione delle imprese, soprattutto dell’horeca e delle terrazze che non possono aprire, è frustrante. Il governo cercherà di capire se è possibile aumentare e prolungare i sussidi.

Le misure in vigore vengono prolungate dal 16 marzo fino al 30 marzo:

  • il coprifuoco arriva fino al 31marzo. E’ prevista un’eccezione, nelle tre giornate elettorali, per chi lavora ai seggi e per chi si recherà alle urne. Per queste categorie sono necessarie dichiarazioni scritte
  • I negozi (non essenziali) di meno di 50m2 potranno accogliere un massimo di due clienti. Quelli più grandi, dipenderà dalle dimensioni e potrà essere per m2
  • 4 adulti, sopra i 27 anni, potranno praticare insieme sport all’aperto
  • dal 16 marzo sarà possibile tornare a nuotare in piscina per i bambini . Genitori fuori, spogliatoi aperti ma non le docce
  • 2 clienti . 1 cliente per , con un massimo di 50 clienti per negozio.
  • Gli avvisi di viaggio sono estesi fino al 15 aprile: i viaggi all’estero sono fortemente sconsigliati
  • Il 23 marzo, alla prossima conferenza stampa, sarà comunicato un consiglio a parte per le vacanze di maggio. Il governo vuole anche offrire una prospettiva per le vacanze estive.

Il ministro De Jonge, conferma che entro il 1 luglio le vaccinazioni saranno complete. Secondo il ministro, a fine marzo le terrazze potrebbero riaprire: “Se tutto va bene, diremo addio alla maggior parte delle misure in estate”, ha detto il ministro della Salute uscente.

Tuttavia, il ministro della salute non ignora la situazione: “Le prospettive per la terza ondata non sono buone”, ha detto il ministro uscente De Jonge. Secondo lui, la variante britannica è ormai prevalente e ha già sostituito quella classica: “Se le pessime previsione si avvereranno, il mese prossimo gli ospedali saranno pieni come lo erano l’anno scorso”.