The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Conferenza stampa del governo, approccio locale e poche novità. I club rimangono chiusi

Questa sera, I settembre alle 19, il governo ha tenuto una nuova conferenza stampa sulla situazione corona. Nessuna novità in particolare, come già previsto dalle indiscrezioni, se non che i club e i locali notturni dovranno rimanere chiusi anche dopo la data del I settembre, fissata il 15 marzo, dice NOS.

Il numero di contagi rimane stabile, ha detto il premier, a circa 500 al giorno e il sistema sanitario sta gestendo bene i casi Covid. La ratio di contagio rimane sotto la cifra di 1 e nel complesso, Rutte è soddisfatto che la vita nei Paesi Bassi sia tornata al livello più prossimo alla normalità che la situazione attuale consenta: “E’ possibile andare a teatro e uscire per una birra nel weekend”, ha aggiunto il premier.

Il ministro della salute De Jong ha proseguito la conferenza stampa parlando degli sforzi per aumentare la capacità di test delle strutture sanitarie, da 100k a 160k al giorno pur ritenendo che solo coloro che mostrano sintomi dovrebbero chiedere il tampone. Il suo dicastero ha stretto accordi in Germania per aumentare il numero di test e ha acquistato macchinari extra per migliorare il sistema.

Rutte ha aggiunto che l’approccio continuerà ad essere focalizzato su base locale perchè i focolai e la diffusione del virus variano da zona a zona; da oggi, inoltre, saranno disponibili i dati comune per comune e i Comitati per l’Ordine e la Sicurezza acquisiranno sempre più importanza. Il ministro De Jonge ha aggiunto: “Lavoriamo con una visione progressiva e siamo sempre più consapevoli di come funziona il virus. Siamo anche sempre più consapevoli di come fermarlo“. Rutte ha anche accennato al vaccino: dalla prima metà del 2021 dovrebbero iniziare i test in Olanda.