NL

NL

Conferenza stampa coronavirus, le decisioni del governo: riaprono le scuole elementari, eventi annullati fino al 1°settembre

Nel corso della conferenza di oggi, il premier Mark Rutte ha confermato alcune delle misure che da qualche giorno circolavano. 5 punti sono stati trattati nel corso della conferenza di oggi del governo.

I cambiamenti immediati non saranno molti, ha commentato così Rutte il lieve rilassamento delle misure che riguarderà solo alcuni settori: “se dovessimo distendere le misure troppo presto, faremmo troppa pressione sul sistema sanitario, e ci potrebbero essere più vittime.”

Purtroppo, ha riferito Rutte: “la situazione nelle case di cura è ancora molto seria”.  Inoltre ha spiegato che si sono usati “3 criteri per prendere decisioni: il sistema sanitario può sopportarlo? le persone vulnerabili sono tutelate?L’economia può sopportarlo?”.

I 5 punti decisi dal governo, ecco quali sono:

SCUOLA

Le scuole elementari possono iniziare a prepararsi ad accogliere nuovamente gli alunni dall’11 maggio. Riaperti anche asili e scuole speciali. “I bambini hanno meno possibilità di contrarre il virus. Agli insegnati, invece, saranno forniti test e attrezzature mediche. Ai bambini si chiede di tenere la canonica distanza di 1.5 metri“. Inoltre, i piccoli potranno cominciare a partecipare alle attività sportive presso associazioni a partire dal 28 aprile.

EVENTI

Nessun evento pubblico fino al 1° settembre. Stop al campionato di calcio.

SPORT

Saranno consentiti sport individuali organizzati all’aperto. I bambini fino a 12 anni inclusi possono allenarsi in gruppo dal 28 aprile. Le competizioni ufficiali non sono ancora consentite. I bambini di età compresa tra 12 e 18 anni hanno anche più spazio per fare attività fisica all’aperto. Tuttavia, a 1,5 metri di distanza e senza competizioni ufficiali. La doccia dovrà essere fatta a casa.

STOP A PARRUCCHIERI E FISIOTERAPISTI

Le professioni di contatto come fisioterapisti o parrucchiere non potranno riaprire.

HORECA CHIUSA FINO AL 20 MAGGIO (almeno)

L’aggiornamento delle prossime misure avverrà il 20 maggio. “Le prossime regole dipenderanno da quanto saremo efficienti nell’adottare queste nuove misure. Le regole base da seguire per il momento sono: stare a casa, lavorare da casa, fare la spesa da soli, stare ad 1.5 metro di distanza, e starnutire nel gomito” ha detto Rutte.

Per quanto riguarda il settore horeca, bar e ristoranti rimarranno chiusi fino a ulteriore aggiornamento. Comunque, non prima del 20 maggio.

Soprattutto, il team di medici ed esperti è preoccupato per l’impatto sul sistema sanitario. Ancora sconsigliate le visite agli anziani e nessun accordo sul lavoro con guanti e mascherine per lavori che richiedono contatto.

 

 

SHARE

Altri articoli