NL

NL

Con il turismo abbiamo creato un mostro. E fermarlo sara difficile

Pieter, una guida turistica del Brabante, scrive al Parool una sua riflessione sull’invasione di turisti che il comune della capitale, dove ora risiede, sta cercando in ogni modo di arginare.  “Sono rimasto sorpreso dalla nuova campagna di scoraggiamento di Amsterdam, Stay Away, contro i giovani turisti che causano fastidio a venire nella nostra bellissima capitale. La campagna si rivolge a giovani britannici bianchi. La domanda è se funzionerà . Ovviamente no. A meno che non decidiamo di controllare a Schiphol i bagagli degli inglesi a caccia di peni gonfiabili”, dice ironico Pieter.

Amsterdam vuole turisti “migliori”, ho letto. Davvero? si chiede: “Come autista di pullman, un mio amico guida spesso ricchi gruppi asiatici attraverso i Paesi Bassi e il Benelux. Dopo un volo di 13 ore vengono portati (leggi: rapiti) a Giethoorn senza aver visto l’albergo e poi all’outlet di Lelystad. Nei sei giorni che sono qui, c’è sicuramente una seconda tappa a Roermond [nel Brabant] , poi ci sono ovviamente il commerciante di diamanti, costosi negozi di valigie, il negozio di formaggi e il negozio di cioccolato. Quindi di negozio in negozio.”

Ma l’autenticità ? Che fine ha fatto? Ai turisti, ragiona Pieter, non importano le trappole per turisti. Anzi, quasi le cercano: “Probabilmente è per questo che camminano tutti su Damrak. Quando sono uscito da Amsterdam con un gruppo di turisti e loro hanno visto altri turisti, è stato come: “Oh guarda, ce ne sono anche altri, abbiamo fatto la scelta giusta”.

I turisti vogliono fare le cose che fanno gli altri turisti. “Il turismo parte sempre bello e innocente, ma alla fine si rivela dirompente e devastante per la popolazione locale e quindi anche per i centri urbani europei.

Abbiamo creato un mostro e temo che non ci sia modo di fermarlo. Certamente non attraverso una campagna Stay Away dalla città di Amsterdam, anche se la allarghiamo a tutto il mondo invece che solo agli inglesi. Anche “Stay Away All” non suona molto bene”, conclude la guida.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli