Il gruppo di estrema destra Pegida ha organizzato una manifestazione nella giornata di commemorazione dello “Sciopero di febbraio” una data molto importante per la Resistenza olandese.

Il 25 e 26 febbraio 1941, su iniziativa del Partito comunista olandese (CPN), la città si fermò. Fu l’unica azione pubblica di resistenza alla persecuzione degli ebrei durante la guerra. I tedeschi spararono contro gli attivisti e ne uccisero nove. Altri vennero condannati a morte.

Ogni anno, il 25 febbraio, viene commemorato lo sciopero di febbraio al Dock Werker su Jonas Daniël Meijerplein. Ma il prossimo anche il movimento di estrema destra Pegida, chiede la piazza.

Sulla loro pagina FB gli estremisti di destra vorrebbero manifestare da Spui a Vondelpark e chiedono al comune della capitale  “lo stesso trattamento VIP” degli anti Zwarte Piet scortati dalla polizia fino a Dokkum, nel Frisland.

“Senza rispetto”, twitta l’assessore SP Laurens Ivens. “Il giorno della memoria di Amsterdam è per ricordare chi si è battuto per la convivenza solidale. Ossia ciò che Pegida non rappresenta”.