Il corona pass sarà richiesto anche nelle Fiandre da lunedì 1 novembre si va in un bar o ristorante o quando in palestra, dice VRT.

Lo ha deciso il Comitato consultivo dei vari governi del nostro Paese. Inoltre, da venerdì dovremo indossare nuovamente la mascherina per la bocca negli spazi pubblici al chiuso, come i negozi. Una panoramica delle misure con cui il governo vuole contenere la quarta ondata corona.

Il Covid Safe Ticket (CST) nel settore dell’horeca e nei centri fitness sarà necessario, quindi, anche nelle Fiandre.

L’espansione del CST nelle Fiandre alle attività di ristorazione e fitness è una sorpresa: proprio ieri, il presidente N-VA Bart De Wever e sindaco di Anversa aveva escluso la possibilità, dice il canale fiammingo. Ma la Consulta ha deciso diversamente.

Il CST è in fase di ampliamento anche per gli eventi: sarà obbligatorio per eventi con 200 partecipanti al chiuso e 400 all’aperto (finora erano rispettivamente 500 e 750). In Vallonia e Bruxelles, le soglie per un CST obbligatorio agli eventi sono in realtà più basse ma c’è obbligo di mascherina.


Il Comitato di consultazione, a causa dell’impennata dei contagi, ha deciso che la mascherina torna obbligatoria in tutto il paese in spazi interni accessibili al pubblico.

Non ci sarà alcun obbligo, ma il telelavoro torna ad essere consigliato a tutti i dipendenti di aziende o associazioni, a meno che ciò non sia impossibile a causa della natura del lavoro o della prestazione del servizio. I governi vogliono impedire che il virus si diffonda sui trasporti pubblici e sui piani aziendali.