Ridurre le emissioni di azoto nell’atmosfera facendo andare le “mucche al bagno”? Potrebbe essere presto possibile. Il Sottosegretario uscente Stientje van Veldhoven (Infrastrutture e gestione delle risorse idriche) ha concesso al Cow Toilet dello sviluppatore Hanskamp Agro Tech di Doetinchem lo status di tecnologia riconosciuta a partire dal I° giugno.

Gli allevatori che installano la “toilette per le mucche” nelle stalle riducono le emissioni di azoto (calcolate) del 35%, scrive Reformatorisch Dagblad.

La toilette per mucche è una specie di ricettacolo in cui la mucca urina mentre mangia mangime concentrato. Ciò mantiene l’urina separata dal letame.

Questo è importante, perché solo quando letame e urina si mescolano si forma l’ammoniaca: la forma gassosa in cui l’azoto fuoriesce dal letame nell’aria, spiega il portale. Secondo la nuova legge sulle emissioni di azoto voluta dalla ministra Carola Schouten (Agricoltura), l’allevamento olandese deve ridurre della metà le emissioni di azoto entro il 2035 rispetto al 2019. Nuove tecniche dovrebbero aiutare in questo.

Hanskamp ha lavorato alla toilette per mucche per sei anni. Il fattore di emissione assegnato nella cosiddetta lista Rav è un dato provvisorio: le misurazioni a lungo termine dell’Università di Wageningen in una fattoria sperimentale a Leeuwarden forniranno dati definitivi entro pochi anni.

La consegna delle toilette per le mucche dovrebbe iniziare a gennaio e consentirebbe agli allevatori di avere più capi di bestiame. La toilette per mucche può essere collocata sia nelle stalle nuove che in quelle esistenti. “Di conseguenza, anche i fienili esistenti possono essere resi a basse emissioni”, afferma Hanskamp.