Un business da un miliardo di euro, a tanto ammonta il volume annuo di vendite dei 600 coffeeshop olandesi secondo una stima dell’organizzazione Intraval. Nel 2015, i comuni hanno ripetutamente chiesto al parlamento di modificare l’attuale normativa sulla cannabis, che tollera la vendita al dettaglio di 5 grammi a persona, ma mantiene il divieto di coltivazione. Secondo le municipalità, la situazione è ormai sfuggita al controllo e gran parte degli introiti dei coffeeshop finiscono poi sul mercato nero per l’acquisto della merce; per questo i sindaci vorrebbero una norma che desse loro la possibilità di rilasciare licenze per la cotivazione. Ma il parlamento attuale è in stretta maggioranza contrario a qualunque forma di legalizzazione. Fatto sta che a detta di Intraval, le vendite annue di cannabis si aggirerebbero per coffeeshop sui 225kg per la marijuana e sui 40 kg per l’hashish: stime approssimative perchè la camera di commercio olandese inserisce i coffeeshop nella categoria horeca senza, però, poter considerare le vendite di soft drugs.