The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Claudy Jongstra sulle tracce del nero di Rembrandt

Claudy Jongstra si ispira alla tecnica di Rembrandt per il realizzare il suo dittico.



Claudy Jongstra (1963) è conosciuta in tutto il mondo per le sue imponenti opere monumentali di lana e seta infeltrita, tinte con pigmenti naturali, che di solito si trovano negli edifici pubblici. La sua opera contiene anche opere d’arte più piccole, ospitate nei musei di tutto il mondo e in collezioni private e aziendali. Il suo lavoro è profondamente collegato al paesaggio olandese: il suo studio si trova nella campagna frisona.

Nel suo lavoro i diversi strati di feltro e tessuti sono ulteriormente definiti da sottili ricami che conferiscono all’opera d’arte una qualità scultorea. La complessità stratificata dei fili colorati è anche legata al rapporto che Jongstra avverte con il potere connettivo e curativo della tessitura, del feltro e del ricamo. In questo lavoro si tramanda di generazione in generazione i vecchi e preziosi mestieri.

Questa volta Claudy Jongstra è andata alla ricerca dei neri di Rembrandt. Ha adottato la vecchia ricetta della pittura con alcuni coloranti e pigmenti naturali e li ha usati in un dittico di tessuti: Allium e Onion, Canapa e Capelli, Madder e Nettle. L’artista ha realizzato il suo lavoro sulla base di tre materiali naturali del territorio: lino, canapa e ortiche. La pianta di lino è alla base sia della tela che dell’olio di lino che Rembrandt ha impiegato nella sua pittura ad olio. Questa opera d’arte su tela dell’artista è appesa come un sipario davanti alle due finestre dell’ex soggiorno e camera da letto nel Rembrandt House Museum.

Il dittico di Jongstra non solo ha diverse sfumature di nero, ma anche tocchi di colore che ha ricamato sulla tela. Ciò offre una versione tessile e astratta dei dipinti, che si può ammirare nelle riproduzioni della mostra Rembrandt Laboratory nell’ala moderna del museo.

Grande fonte di ispirazione per l’opera sono i Ritratti matrimoniali di Marten Soolmans e Oopjen Coppit: il nero gioca un ruolo importante per entrambi. Marten indossa un costoso costume in raso nero, mentre Oopjen è vestito con un abito estivo in seta nera con bottoni e berretto nero sulla testa. Sullo sfondo del ritratto di Oopjen c’è un grande tendaggio nero.

I recenti risultati della ricerca sui ritratti di Marten e Oopjen sono visibili nell’ala moderna del museo insieme all’installazione artistica di Jongstra. Nella mostra Rembrandt Laboratory si può vedere ciò che è stato trovato sotto lo strato superiore di vernice nei ritratti di Rembrandt in una riproduzione a grandezza naturale.

Il dittico di Claudy Jongstra può essere ammirato nella Rembrandt House Museum di Amsterdam dal 1° ottobre 2019 fino al 16 febbraio 2020.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!