The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

RUBRICA

Ci vediamo al cinema – Luglio

en

di Martina Bertola

 

Niente festival, nessun evento particolare (per ora). Vi consiglio però di tenere d’occhio i parchi delle città, perchè fosse mai che questa estate iniziasse sul serio, si potrebbe assistere a qualche proiezione all’aperto.

Tuttavia possiamo sempre contare sulle uscite del mese; anche se fuori è luglio, ma sembra ottobre, sappiamo che un tuffo nelle sale cinematografiche non fa mai male.

A vedere cosa?

Luglio prevede uscite interessanti e anche un po’ bizzarre. Non sapevo cosa scegliere e in preda ad un conflitto interiore ho pensato di risolvere il problema lanciando uno scontro tra film:

The Legend of Tarzan (7 Luglio) VS The man who knew the infinity (7 Luglio)

Due tipi di “classici” a confronto: quello rivisitato a suon di effetti speciali e la biografia storica-romanzata, di un genio a tratti famoso a tratti incompreso?

Dura lotta, entrambiTT sembrano bei film. Tarzan dalla sua ha la spettacolarità; le scimmie virtuali sono qualcosa di sconvolgente, la storia è avvincente e c’è tutto: romanticismo, avventura, azione e dramma.

The man who knew the infinity potrebbe essere molto bello, come molto deludente in quanto sa di “già visto”: la storia del matematico Ramanujan, che durante la prima guerra mondiale viene invitato dal paesino sperduto dell’India a frequentare Cambridge, potrebbe avere un suo perché.

Ice Age, Collision course  (13 Luglio) VS The Red Turtle (7 Luglio)

Scontro tra animazioni, chi vince? Quella digitale o il disegno classico?

Film molto diversi, ma con tratti in comune. L’Era Glaciale ormai è al suo quarto capitolo (e non se ne sentiva la necessità). Comunque la Pixar sa quello che fa, quindi il film sarà di certo piacevole e divertente, anche se dubito che possa davvero, come ho letto in alcune critiche, portare a chissà quale riflessione sull’ambiente.

The Red Turtle, invece, promette di sorprendere. Anche qui il rapporto con la natura è importante vista l’ambientazione su un’isola deserta, dove un naufrago approda e dovrà sopravvivere.

Gosthbusters (2016) (14 Luglio) VS Marauders ( 14 Luglio)

Non c’è storia, Gosthbusters è il vincitore. Attenzione non parliamo del “classico” Ghostbusters, ma di una versione della storia tutta al femminile. Essendo la sottoscritta una grandissima amante dei primi due episodi, il trailer di questa variante rosaSenza titolo-1, mi ha incuriosito parecchio.

Marauders è un crime thriller, e questa definizione basterebbe a recensirlo. Cattivissimi in maschera, banche, FBI, esplosioni, sparatorie e battute a effetto. Protagonista un imbiancato Bruce Willis. Insomma, la classica tamarrata americana, che comunque funziona, è avvincente e piace.

 

 

Petting Zoo (14 Luglio) VS El Olivo (28 Luglio)

Scontro tra film più introspettivi e seri.

Petting Zoo ha tutte le premesse per essere bello e pesante (in senso buono). Una ragazza di 17 anni rimane incinta e decide di tenere il bambino. Seguiamo la sua storia a casa della nonna e scopriamo come cambia il mondo per lei. Ciò che veramente colpisce, però, è la vicenda che ha portato alla realizzazione di questo film. La giovane regista Micah Magee, ha utilizzato il crowfunding per trovare parte dei soldi necessari a finanziarlo. Parliamo quindi diSenza titolo-2 una produzione molto indipendente, che ha visto coinvolti Stati Uniti, Germania e anche Grecia.

Su tema diverso, ma con sensibilità simile, il film spagnolo El Olivo promette una storia toccante che ruota attraverso ad un antico Olivo appartenente a una famiglia di contadini. L’albero diventa metafora di scontri generazionali, una scusa per parlare di radici esistenziali, ma anche di terra e di ambiente.