Credit pic: Anne Paul Roukema Source: Wikipedia  License:  Creative Commons-licentie Naamsvermelding 3.0 Unported

“Un nuovo piano Marshall per l’Europa meridionale, devastata dalla crisi”, afferma Gert-Jan Segers del partito di governo ChristenUnie (CU), dichiarandosi a favore del sostegno europeo ai paesi del sud. Il Christen Unie è il più piccolo partito della coalizione alla guida dei Paesi Bassi

Il sud è  attualmente in grave difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus;’Italia e la Spagna sono i paesi più colpiti e le loro economie hanno sofferto più di quella olandese, ha detto Gert-Jan Segers.

“L’Italia sta vivendo un dramma. Quel paese è in rovina. Il primo messaggio, secondo me, dovrebbe essere: vi aiuteremo”, ha detto Segers ieri durante il programma televisivo Op1. La presa di posizione aumenta il fronte dei critici, nei Paesi Bassi, contro il muro contro muro dell’esecutivo. Dopo il D66, ora anche il Christen Unie si smarca dalle posizioni del premier.

Gran parte degli Stati membri dell’UE vorrebbe distribuire il fondo di emergenza europeo di 410 miliardi di euro senza i criteri solitamente richiesti, in considerazione della natura straordinaria della crisi. Ma il no deciso del governo dei Paesi Bassi, oltre ad aver sollevato polemiche all’indirizzo dell’Aia, rischia di diventare una bomba per l’UE, ha avvertito il presidente francese Emmanuel Macron.