The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Che ne sarà della lingua frisone? La parola ai giovani

CoverPic: Memorial stone of Kneppelfreed with a poem by Fedde Schurer | Author: Condor3d | Source: Wikimedia | License: CC 4.0

Come riporta Friesch Dagblad, la Brede Maatskiplijke Diskusje Frysk (BMD Frysk), una fondazione per la salvaguardia e la promozione del frisone, vuole aiutare a fermare il declino della lingua attraverso una discussione su larga scala con i giovani.

Il frisone è una lingua germanica parlata da circa mezzo milione di persone nelle zone costiere meridionali del mare del Nord nei Paesi Bassi ed in Germania. La maggior parte dei parlanti di questa lingua vive nei Paesi Bassi, soprattutto nella provincia della Frisia con 350.000 parlanti madrelingua. Il frisone è una lingua molto vicina a quella inglese.

L’anno prossimo si terrà un incontro con 30 giovani tra i 18 e i 30 anni provenienti dalla regione di Trynwâlden, vicino a Leeuwarden. Se il dibattito avrà successo, la discussione sarà allargata a persone provenienti da tutta la provincia, in circa venti o trenta villaggi.

Per Rimmer Mulder, presidente della fondazione BMD Frysk, i giovani sono molto importanti per decidere del futuro della Frisia nei prossimi decenni. “Sono la generazione che avrà figli e deciderà se trasmettere la lingua”, dice Mulder.

Il gruppo non è aperto alle candidature per evitare che a discutere siano i “soliti noti” e per promuovere un dibattito aperto

“La provincia, negli ultimi 20 anni, ha investito milioni per sostenere la lingua, ma il frisone non sta raccogliendo un enorme sostegno. Se non succede nulla di nuovo, la lingua scomparirà”. Si parlerà sempre il frisone, si canterà e reciterà nelle poesie, ma come lingua scritta e quotidiana scomparirà”, aggiunge Mulder.

Il forum di discussione gode di una sovvenzione di ottomila euro finanziata dalla Provincia della Frisia e del Roelof Geertsma Fûns.