+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Chabot di Rotterdam, i quadri di un espressionista olandese

Guerra, lavoratori, mari infuriati e inverni freddi come l’acciaio

di Chiara Gioè

Se vi capita di andare nei pressi del Museumpark, magari diretti verso il Bojmans, fateci caso. Proprio di fronte all’ingresso del Bojmans c’e’ una serie di ville in stile modernista, nate come residenze private e poi trasformate in musei o uffici. In una di queste ha sede dal 1933 il museo Chabot. E’ un piccolo museo privato, nato su iniziativa della famiglia Grootveld, dedicato all’artista originario di Rotterdam, Henk Chabot (1894-1949), disegnatore, pittore e scultore. 

Chabot visse e lavorò a Rotterdam e fu un importante espressionista olandese nel periodo tra le due guerre mondiali. Temi tipici dei suoi quadri sono paesaggi riccamente dipinti, mari infuriati e inverni freddi come l’acciaio. Anche la raffigurazione di persone e’ un tema centrale del suo lavoro. Fin dagli inizi e’ stato attratto da personaggi che potessero rappresentare tematiche universali: agricoltori, operai, marinai. 

L’abilità artistica di Chabot coincide quasi interamente con gli anni di crisi e (minaccia di) guerra in Europa. Presto intuì i pericoli degli eventi politici in Germania. Fu questa una delle ragioni per cercare pace in Vrouwenpolder (nello Zeeland) nel 1933 – l’anno di Hitler al potere – e poi per ritirarsi a Bergschenhoek, allora periferia di Rotterdam, lungo le rive del Rotte

Come “pittore del Rotte” seguiva le stagioni e dipinse primavera, autunno e inverno in una miriade di colori dal bianco all’ antracite fino a sfavillanti estati dorate. Dal suo studio ricavato in una stalla, Chabot rimase strettamente coinvolto negli eventi del suo tempo e ciò si riflette anche in alcuni dei suoi lavori più famosi come Brand van Rotterdam (Fuoco di Rotterdam) del 1940 e Vrede (Pace) del 1945. Dopo il bombardamento che colpi la citta 14 maggio 1940 Chabot attraverso’ 18 mesi di silenzio creativo dal quale riemerse con una nuova serie di personaggi ispirati alla guerra: rifugiati, persone nascoste e prigionieri. 

La mostra “Chabot di Rotterdam” ha chiuso i battenti il 3 marzo; il museo e’ adesso chiuso fino al 18 Marzo per preparare la nuova mostra intitolata: BRANDING ROTTERDAM – L’AVANGUARDIA INTERNAZIONALE DURANTE LE DUE GUERRE A ROTTERDAM.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!