Sarebbero ben 400, i richiedenti asilo siriani e iracheni che dal 2015 avrebbero cercato di lasciare i Paesi Bassi. Secondo l’emittente radio BNR, che avrebbe visionato i dati sugli arrivi e quelli sui rimpatri, alcuni di loro non hanno ancora iniziato l’iter per ottenere lo status.

John Van Tilburg, direttore di INLIA, un network internazionale di organizzazioni locali che operano in favore dei richiedenti asilo, ritiene che il dato debba far riflettere: “è singolare”, ha detto a BNR ” che persone che potrebbero ottenere con facilità lo status preferiscano ritornare indietro”.

I rifugiati che lasciano il paese, di solito, si dirigono verso la Turchia. La lunghezza del procedimento per il rilascio dello status in Olanda, che può durare fino a 15 mesi, è tra le ragioni principali dell’addio dei richiedenti asilo.