Secondo l’istituto di statistica CBS, oltre un terzo dei teenagers coinvolti in programma di recupero alternativi al carcere, continua a commettere reati. Il Programma “Bureau Halt” si concentra sul cambiamento dei modelli di comportamento nei confronti di una fascia di età che va dai 12 ai 18 anni.

Gli adolescenti che decidono di partecipare al programma non avranno menzione del crimine nella loro fedina penale. L’idea è quella di indurre i minori a svolgere attività che mirano al dialogo con gli operatori sociali, portare a termini compiti di servizio o progetti di educazione ed infine scusarsi con le vittime. L’Istituto sottolinea come più della metà degli interessati che abbondana il percorso, finisce per commettere nuovamente reati.

L’istituto di statistica, spiega inoltre, che al dimunuire dell’età si alza la probabilità della reiterazione. Bureau Halt fu creato a Rotterdam nel 1981 per far fronte alla problematica dei minori a rischio e da quel momento si è espanso su base nazionale. Sono 17,000 gli adolescenti coinvolti ogni anno.