Con un numero leggermente superiore di donne rispetto agli uomin, l’università diventa rosa: le signore sono in maggioranza già in un ampio numero di settori, mostrano i dati dell’agenzia nazionale di statistica CBS.

Ad esempio, l’81% degli studenti che studiano veterinaria sono donne, così come il 65% degli studenti di giurisprudenza e il 58% degli studenti di biochimica e biologia. Più uomini in discipline umanistiche, architettura e economia aziendale mentre oltre l’80% degli studenti maschi è in maggioranza schiacciante negli studi tecnici di trasporti, logistica, informatica e tecnologia.