L’impatto della crisi Covid sulle emissioni di CO2 nei Paesi Bassi è stato chiaramente visibile anche nel terzo trimestre del 2020, scrive NOS sulla base di un report di CBS, l’Ufficio di Statistica.

Da luglio a settembre, le emissioni di gas serra sono state inferiori del 4,5% inferiori rispetto allo scorso anno, mentre l’economia si è contratta del 2,5% secondo i calcoli iniziali. Nel primo e nel secondo trimestre, le emissioni di CO2 sono diminuite rispettivamente dell’8,7 e del 21,1% rispetto all’anno precedente.

Le emissioni sono state notevolmente inferiori, soprattutto nel settore dei trasporti, dove sarebbero -letteralmente- crollate del 40% nel terzo trimestre rispetto a un anno prima, soprattutto perché il numero di voli in partenza e in arrivo è calato drasticamente.

Giù anche le emissioni dell’industria, diminuite del 4%. Le famiglie, inoltre, avrebbero emesso l’1,3% in meno di CO2: poco, perché nonostante l’auto venga presa meno spesso, il tempo di maggior permanenza a casa ha incrementato il consumo di combustibile per il riscaldamento.