La prima ondata di Covid, sarebbe stata una tragedia per l’economia olandese ma oggi, dice CBS -l’Istituto di Statistica NL- il sistema economico olandese starebbe facendo molto meglio di altri paesi europei. Secondo CBS, sarebbe un effetto virtuoso dello “smart lockdown soft” adottato in NL, che avrebbe limitato le chiusure solo ad alcuni settori.

Nel secondo trimestre, l’economia olandese si è contratta dell’8,5% rispetto al trimestre precedente. “Questa è stata la contrazione più forte mai registrata”, ha detto l’ufficio statistico. Ma l’Olanda ha fatto meglio di altri Paesi: in Germania, la diminuzione è stata del 9,7%; in Belgio del 12,1% e in Francia, addirittura del 13,8%.

L’economia spagnola è stata la più colpita in Europa, con una contrazione del 17,8%. La Finlandia è stata quella meno colpita, visto che la sua economia si è contratta solo del 4,4%.

A picco i consumi nei nuclei familiari: -10,8% in Olanda, -9,5% in Germania, -11,5% in Belgio e in Francia -12%. In Spagna il crollo è stato drammatico: -23,7%.

Anche sul fronte della disoccupazione, la situazione olandese è più rosea che altrove: ad agosto, la disoccupazione era salita al 4,6%. Per fare un raffronto con un Paese gravemente colpito dal Covid: in Spagna i non occupati sono oggi il 16,2%.