The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

WERK

CBS: “crisi” del mercato del lavoro ma per carenza di manodopera. Ma i nuovi posti sono in gran parte precari

Il numero di posti di lavoro nei Paesi Bassi è aumentato costantemente negli ultimi quattro anni e si attesta ora a 8,2 milioni

I candidati per alcune posizioni lavorative nei Paesi Bassi sono così pochi che la stampa olandese comincia già a parlare di “crisi” del mercato del lavoro ma per carenza di manodopera. Per la prima volta dal 2008, ha detto l’ufficio nazionale di statistiche CBS mercoledì.

Nel suo rapporto sull’ultimo trimestre del 2017, CBS ha dichiarato che alla fine dello scorso anno c’erano meno di due (1,8) persone in cerca di lavoro per ogni posizione disponibile. I posti di lavoro sarebbero aumentati di 57.000 nel quarto trimestre. Il numero di persone senza lavoro è diminuito di 29.000, ha detto CBS.

Il mese scorso, il centro per l’impiego statale UWV ha reso noto che i settori dell’edilizia, dell’IT, dei trasporti e della logistica hanno dovuto affrontare una grande penuria di personale.

Il 60% delle aziende nel settore dell’edilizia si prevede troverà problemi nel riempimento di posti di lavoro nel corso del 2018. Ma nonostante la carenza di candidati, non ci si aspetta che i salari aumentino molto, Peter Hein van Mulligen, capo economista della CBS, ha dichiarato al Financieele Dagblad.

Van Mulligen ha affermato che coloro che hanno un lavoro hanno buone probabilità di migliorare la loro posizione grazie all’ampia offerta di impieghi. O magari aumentare il numero di ore.

Il numero di posti di lavoro nei Paesi Bassi è aumentato costantemente negli ultimi quattro anni e si attesta ora a 8,2 milioni, il più alto dalla crisi ma ancora del 10% inferiore al massimo storico del 2008. Dei 500.000 posti di lavoro creati negli ultimi anni, la metà è temporanea.