L’economia olandese è in contrazione. Nel terzo trimestre, l’economia è diminuita dello 0,2% rispetto al secondo trimestre e la causa principale della contrazione sono i minori investimenti in immobili e infrastrutture.

Il governo ha anche speso meno: le importazioni e le esportazioni di beni e servizi hanno continuato ad aumentare, si legge da un rapporto di CBS, l’Ufficio di Statistica.

“La spesa dei consumatori è ancora in crescita”, afferma il capo economista di CBS Peter-Hein van Mulligen . “Le persone hanno perso molti soldi dalla crisi Covid e  a parte l’inflazione,  hanno speso di più”. Tuttavia, la spesa al consumo è diminuita, soprattutto a settembre, come hanno già stabilito ABN Amro e Rabobank sulla base dei dati sulle transazioni.

L’economia è ora in recessione perché tecnicamente una recessione si ha quando due trimestri consecutivi sono senza crescita, spiega CBS. “È ancora troppo presto per un’inversione di tendenza”, afferma Van Mulligen. “La contrazione è modesta e molti altri indicatori suggeriscono una situazione esplosiva, ad esempio nel mercato del lavoro. C’è ancora molto più lavoro che personale”.

Rispetto a un anno fa, la crescita dell’economia è ancora del 3,1 %, perché le misure Covid erano ancora in vigore nel terzo trimestre dello scorso anno, e ora non sono più in vigore. “L’economia si è un po’ raffreddata, ma non bisogna dimenticare che c’è stata una grande crescita nel secondo trimestre. Stiamo rallentando. È in linea con il resto d’Europa, perché altrove nell’Unione Europea la crescita è vicina allo zero “, afferma Van Mulligen.