I costi degli alimenti più sani nei Paesi Bassi sono aumentati in media del 22% negli ultimi 10 anni, mentre il “junk food”, il cibo considerato poco salutare è aumentato appena del 13% rispetto al 2007, dice un rapporto dell’ufficio nazionale di statistica CBS.

Zucchero, dolci e gelati sono effettivamente più economici nel 2017 rispetto a 10 anni fa, afferma il rapporto. I prezzi alimentari medi nei negozi sono aumentati del 18% in dieci anni. Si tratta di un punto percentuale in più rispetto all’aumento di tutti i beni e servizi di consumo in quel periodo.

Il Voedingscentrum del governo olandese, istituzione che promuove un’alimentazione sana, ha diviso in un elenco i prodotti alimentari individuati dall’istituto di statistica, separandoli in salutari e “malsani”, e CBS ha seguito questa suddivisione per studiare le variazioni di prezzo.

Il latte parzialmente scremato e quello scremato costano in media quasi il 60% in più rispetto al 20o7, uno dei maggiori aumenti nella categoria di alimenti considerati sani. Il costo delle uova è aumentato del 37% e la frutta fresca del 28%.

Gli ortaggi freschi sono aumentati “solo” del 9%. Il prezzo di frutta e verdura è influenzato dal tempo e le condizioni meteorologiche nel corso della stagione influiscono sul prezzo che i consumatori alla fine pagano.

L’acqua in bottiglia, il caffè e il tè erano il 30% più costosi nel 2017, mentre l’aumento per le bevande a base di zuccheri è stato in media del 21%.