Lunedì la commissione Salute del Parlamento europeo ha votato si al trasferimento dell’Agenzia europea per i medicinali da Londra ad Amsterdam, nonostante il no di alcuni parlamentari europei.

Il voto è un via libera di fatto alla costruzione della sede della prestigiosa agenzia UE nel distretto Zuidas di Amsterdam.

Unica clausola imposta dagli eurodeputati è che il governo olandese riferisca ogni tre mesi sullo stato dei lavori per poter monitorare l’eventualità di ritardi.

La delegazione italiana aveva chiesto lo stop all’operazione EMA su Amsterdam, sostenendo che il governo olandese aveva nascosto alla Commissione europea informazioni rilevanti sulla situazione logistica ad Amsterdam.

La sede definitiva dell’Autorità del farmaco sarà pronta solo nel 2019. L’assemblea del Parlamento europeo darà il voto definitivo sulla questione EMA giovedi. Stando al Financieele Dagblad, il voto in commissione ha messo fine alle speranze italiane di portare l’agenzia a Milano.

La votazione finale di giovedi, infatti, è considerata un pro forma.