Sembra incredibile ma in Olanda il numero di persone rimaste senza un tetto su una testa e costrette a dire in macchina si conta in centinaia, forse di più, e il numero è in costante aumento, dice un servizio dell’emittente televisiva RTL.

E non si tratta di persone con una situazione personale di disagio una storia di alcolismo tossicodipendenza: queste persone sono spesso e volentieri  lavoratrici o lavoratori che guadagnano troppo poco per poter accedere ai pochissimi immobili disponibili sul mercato olandese oppure che non hanno ancora maturato i requisiti per poter ottenere una casa popolare.

Stando al fotografo Jan-Joseph Stok, che da tempo cerca di rendere in immagine le vicende di senzatetto olandesi, si tratterebbe di un movimento Underground poco visibile dai radar dei ricercatori sociali o dell’opinione pubblica che si muove in larga parte su gruppi chiusi sui social e si scambiano informazioni su come arrivare a fine giornata senza avere le chiavi di una  casa.

Secondo il fotografo, si tratta si tratterebbe di persone che non possono più permettersi di pagare il mutuo, quindi olandesi della middle class senza discrimine di età o sesso. In alcuni casi, si tratta di persone che hanno divorziato e non hanno un immobile, dice RTL.

L’automobile sembra essere l’unica possibilità che hanno i nuovi poveri olandesi per evitare di trovarsi nella tragica situazione di richiedenti asilo, costretti a vivere in parchi oppure all’interno di tende. Le cifre ufficiali parlano di 40.000 senzatetto nei Paesi Bassi Ma gli esperti sospettano che il numero si possa girare intorno ai 100.000.

L’automobile, sembra essere diventata l’unica alternativa possibile nell’immediato ai rifugi per senzatetto: le regole di questi centri, spesso, sono molto rigide e soprattutto che animali domestici deve per forza trovare soluzioni alternative.

Benché stare a casa di amici o parenti sia la soluzione nell’immediato più gettonata, sul lungo termine diventa sicuramente difficile.

Il problema principale è che vivere in automobile è vietato dalla legge in alcuni comuni l’applicazione della norma estremamente Severa. Quindi, oltre a non potersi permettere un alloggio, molte persone sono costrette a pagare sanzioni salate all’amministrazione.