The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Carenza posti letto in terapia intensiva: Amsterdam e Rotterdam si preparano all’emergenza



Il centro congressi RAI di Amsterdam e la sala eventi Ahoy di Rotterdam stanno valutando se e come possono servire come luoghi di emergenza per accogliere i pazienti durante la crisi del coronavirus, come confermato alla BNR.

L’amministratore delegato del RAI Paul Riemens ha incontrato mercoledì il sindaco di Amsterdam, Femke Halsema. “Non è stato ancora deciso nulla di concreto” ha riferito all’emittente. “Se i posti letti non dovessero essere sufficienti, ci aspettiamo una richiesta di aiuto al Rai“.

La sala Ahoy è stata contattata dalla regione di sicurezza locale Veiligheidsregio Rotterdam-Rijnmond. “Al momento si tratta di valutare la possibilità che il nostro centro sia utilizzato come ospedale d’emergenza – ha detto a BNR un portavoce della sede – va da sé che coopereremo se soddisfacessimo i requisiti e se ce ne sarà bisogno”.

Diederik Gommers dell’associazione per le unità di terapia intensiva NVIC ha detto al Parlamento mercoledì che le unità di terapia intensiva nei Paesi Bassi esauriranno i letti disponibili in un futuro molto prossimo. Il numero di pazienti affetti da coronavirus in terapia intensiva dovrebbe aumentare a 1.100 la prossima settimana, e le unità di terapia intensiva tratteranno anche circa 500 pazienti con altri problemi di salute, ha detto Gommers. “Si tratta di 1.600 letti che non ci sono ancora“.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!