NL

NL

Carenza insegnanti, settore istruzione annuncia un nuovo sciopero

Gli insegnanti delle scuole primarie e secondarie hanno annunciato un altro sciopero nazionale. Se il governo non risponde alla loro richiesta di stanziare 423,5 milioni di euro in più per l’istruzione, sciopereranno mercoledì 6 novembre, secondo quanto riportato dal portale di NOS.

Secondo i sindacati del comparto istruzione, il governo ha chiarito che non vuole investire nell’istruzione. E mentre le lezioni vengono sospese ovunque a causa della carenza di insegnanti, non si intravede alcun passo avanti nella trattativa.

I sindacati e le scuole hanno presentato al governo la domanda congiunta di 423,5 milioni di euro a luglio. Secondo il settore dell’istruzione, questo importo sarà necessario il prossimo anno per aumentare lo stipendio, ridurre il carico di lavoro e far fronte alla carenza di insegnanti.

Durante il dibattito sul bilancio della scorsa settimana, il Primo Ministro Mark Rutte ha dichiarato di essere pronto a mettere da parte un importo supplementare per combattere la carenza di insegnanti nelle scuole primarie. Ma non ha menzionato cifre.

All’inizio di questo mese, il Ministro dell’istruzion Arie Slob ha promesso 285 milioni di euro strutturali per migliorare le condizioni di lavoro nell’istruzione primaria. .

I sindacati hanno dato al governo un ultimatum per soddisfare le loro richieste: se entro il 20 ottobre le loro richieste non verranno soddisfatte, gli insegnanti della scuola primaria e secondaria si asterranno dal lavoro il 6 novembre.

SHARE

Altri articoli