Migliaia di imprenditori dell’horeca scrivono furiosi a Koninklijke Horeca Nederland perché il personale preferisce lasciare il settore per andare a lavorare al GGD, l’autoriá sanitaria locale, dice il Telegraaf. Molti proprietari di locali sono alle prese con carenza di personale, ora che sono stati autorizzati a riaprire dopo un mese di lockdown.

Secondo il direttore KHN Dirk Beljaarts, la carenza di personale era un problema già prima della crisi corona, “ma il Covid non ha assolutamente aiutato”, dice sul giornale. Parla di concorrenza sleale da parte dei Ggd: “La domenica il governo offre una paga oraria di 23 euro. Di conseguenza non hanno carenze, ma il problema raddoppia per la ristorazione, che era stata chiusa proprio per ordine loro“.

Secondo gli imprenditori, le carenze non sono dovute solo al livello di stipendio ma anche all’orario di lavoro: “Il lunedì sera hanno l’hockey, il mercoledì il calcio e il sabato gli amici. Le priorità sono diverse”, dice un ristoratore di Lisse a NOS, a proposito dei giovani che non vogliono lavorare nella ristorazione.