NL

NL

Carenza di alloggi e prezzi dei terreni alle stelle: l’Olanda del futuro sarà costruita verso l’alto

Con la carenza di alloggi e il costante aumento dei prezzi dei terreni nei Paesi Bassi, i comuni e i costruttori olandesi stanno puntando sempre più verso il cielo. I Paesi Bassi contano attualmente 26 torri residenziali alte più di 100 metri. Quel numero sarà più che raddoppiato a 55, se tutti i lavori di costruzione attualmente sui libri verranno realizzati, scrive AD basandosi su proprie ricerche.

Rotterdam è la città dove sono presenti più grattacieli: la città ha già 12 torri residenziali, alte più di 100 metri e ha piani concreti per costruirne almeno altre nove nei prossimi anni. Alcuni mesi fa, è stato assegnato un terreno edificabile sullo Zalmhaven per una torre residenziale alta 125 metri, l’edificio più alto del Benelux. Altri 18 grattacieli sono in fase di studio.

L’Aia e Eindhoven stanno investendo pesantemente in grattacieli abitativi. Nei prossimi anni, 3000 nuove case saranno costruite intorno alle stazioni ferroviarie dell’Aia. E a causa dello spazio limitato, i costruttori dovranno costruire verso l’alto. L’Aia ha già cinque condomini da più di 100 metri di altezza e ne costruirà almeno altri 14 nei prossimi anni.

Ad Amsterdam i grattacieli sono limitati alle Y Towers e alla Valley Tower, e tutte le nuove torri si concentrano principalmente sul lato nord dell’IJ. “La resistenza di Amsterdam ha a che fare con il centro storico della città”, ha detto al giornale Klaas de Boer, ex direttore di Zuidas. “Le città fanno bene a chiedersi se i grattacieli si adattano all’ambiente. Deve essere un bellissimo insieme e adattarsi alla città.”

Un certo numero di città tiene conto del proprio skyline. A Breda, ad esempio, gli edifici non possono superare i 97 metri del Grote Kerk.

Secondo De Boer, l’aumento dei grattacieli nei Paesi Bassi ha assolutamente a che fare con le previsioni di crescita della popolazione e la pressione sul mercato immobiliare. “Vogliamo più alloggi, ma non costruire sulle nostre aree verdi. Ecco perché ogni metro quadrato viene utilizzato nel modo più efficiente possibile nelle città.”

SHARE

Altri articoli