Il numero di detenuti nelle carceri olandesi è aumentato per il terzo anno consecutivo, ha detto giovedì l’agenzia nazionale di statistica CBS. Alla fine di settembre dello scorso anno, quasi 10.000 persone erano detenute in prigione, un aumento di circa 400 rispetto al 2018, ha detto la CBS.

Rispetto a tre anni fa, la popolazione carceraria è aumentata di 1.100 persone. Tuttavia, il 44% della popolazione carceraria lo scorso settembre era in custodia cautelare, prima del processo.

In Europa, circa un detenuto su quattro è in custodia cautelare, secondo l’agenzia europea di statistica penale Space.

Circa il 40% dei prigionieri è stato incarcerato per tre anni o più e il 95% è di sesso maschile, ha detto la CBS. La popolazione carceraria olandese era diminuita costantemente, insieme al tasso di criminalità, portando a diverse chiusure di unità.

La chiusura di 19 carceri nel 2013 ha portato a una tempesta di proteste da parte dei lavoratori carcerari e il governo ha iniziato a “importare” prigionieri dal Belgio e dalla Norvegia per colmare il divario e mantenere aperte alcune prigioni.