Edison McCullen, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Due carabinieri italiani hanno risolto un crimine di dieci anni questa settimana quando hanno individuato una statua romana rubata in vendita in un negozio di antiquariato sul Sablon a Bruxelles, scrive il quotidiano francofono La Libre.

I due erano a Bruxelles in missione, inviati dalla divisione archeologica dei Carabinieri. Una volta terminato il lavoro, sono andati a fare una passeggiata dal nella vicina Sablon e in un negozio d’antiquariato, tra i tanti sulla piazza, hanno avvistato una statua, vestita con una toga romana.

Dopo averla fotografata e aver inviato gli scatti a Roma, hanno ottenuto un riscontro positivo: la statua era, effettivamente, un togatus, uomo con la toga, del valore di circa 100mila euro che risultava rubata dal sito archeologico di Villa Marina Dettina, alla periferia di Roma, nel novembre 2011.

La statua è stata riportata a Roma ma non è ancora chiaro come sia arrivata a Bruxelles. Il sospetto ricade su un uomo d’affari italiano che avrebbe usato un nome spagnolo per ricevere la statua rubata dai ladri originali e metterla in vendita altrove.